Cerca nel blog

Si è verificato un errore nel gadget

martedì 31 gennaio 2012

La signora delle perle

Lo so! Ancora perle. Mi piacciono e non riesco a farne a meno. Con il rame e i cristalli poi....
Spero vi piacciano

Un soffio di cipria

Quest'anello era già stato realizzato in verde, poi ieri sera me lo hanno chiesto in rosa e ... eccolo quà!

sabato 28 gennaio 2012

Crochet NOIR

Non so se dirvi buona notte o buon giorno visto che è mezzanotte ed io sono ancora al pc ostaggio dei miei figli.
Approfitto per farvi vedere cosa ho fatto oggi.
In realtà, quando ho iniziato volevo farne un collier poi, l'ho appoggiato al braccio e mi son detta: ma si, cominciamo con questo. Per la collana c'è tempo.
Questo è il risultato.



Da vicino è ancora più bello. Comodo, luminoso e leggerissimo.
Spero vi piaccia :)

venerdì 27 gennaio 2012

Antichi lavori:Boucles d'oreilles Femme

E potevo non fare gli orecchini abbinati all'anello?
Leggerissime applicazioni in rame realizzati in crochet con perle di fiume nere.

Antichi lavori: dames anneau

Come già ho scritto in qualche altro post, provengo da una famiglia il cui motto è sempre stato "Impara l'arte e mettila da parte".
Una lunga tradizione di lavori femminili si è tramandata di generazione in generazione.
Oggi ho voluto mettere in pratica uno degli insegnamenti assimilati in infanzia/adolescenza: il Crochet.
Ho provato a realizzare un anello a fascia larga con del filo di rame e ho impreziosito con una perla di fiume.
E' leggerissimo, comodissimo e al dito fa un figurone.
Spero tanto vi piaccia. Non ve lo mostro indossato perché ho delle mani e delle dita orrende. Mio marito mi dice sempre che i muratori le hanno di sicuro più curate delle mie. Ha proprio ragione!

giovedì 26 gennaio 2012

Pavone incantato

Anche oggi ho continuato a sperimentare.
Dovete sapere che quando inizio un lavoro, non so mai cosa salterà fuori dalle mie mani. Non uso schemi, nè ho l'abitudine di fare degli schizzi prima.
Lascio tutto al caso.
Ecco il risultato dell'esperimento di oggi


Anche qua c'è un mix di tecniche e di materiali.
Il rame, la madrepora, scaglie di pasta di turchese e di madrepora, roccailes verdi, cristalli, mezzi cristalli ed altre pietre dure.
Ho utilizzato la tecnica wire per la collana semirigida, l'embriory per il ciondolo e il peyote per il passante.

Non vi sembra un pavone? Ognuno, poi ci vede quel che vuole :)

mercoledì 25 gennaio 2012

Arte aborigena australiana

Quando ero ragazzina, giusto qualche anno fa, insomma, mi capitò per caso di guardare in tv un documentario sull'Australia e sull'arte aborigena australiana.
La semplicità delle forme, i colori sgargianti, il significato intrinseco delle pitture mi hanno segnato inconsciamente e solo ora me ne son resa conto.
Vi lascio degli estratti di un articolo che ho trovato su internet con relativo link ed alcune immagini di queste opere d'arte primitiva, come la chiamano i tecnici dell'arte.




Quasi tutte le popolazioni indigene hanno forti legami con la terra e il passato; per gli aborigeni dell'Australia la terra è determinante in ogni azione, il passato influenza la vita quotidiana e le complesse strutture familiari sono alla base di ogni relazione sociale.
La loro cultura  si basa sul "Dreamtime" (il momento della Creazione).Noi non siamo proprietari della terra - la terra è la nostra padrona(We don't own the land - the land owns us)La terra è la nostra madre - mia madre è la mia terra(The land is my mother. my mother is my land)La terra è l'origine di tutto. L'aborigeno raccoglie una manciata di terra e dice:"Questa è la mia origine e ad essa ritornerà. La terra è il nostro cibo, nostra cultura, nostro spirito e nostra identità. Noi non abbiamo confini o recinzioni come i contadini, noi abbiamo solo collegamenti spirituali fra noi e la terra perché noi siamo la terra come lei è parte di noi.


http://doc.studenti.it/tesina/arte/arte-aborigena-australiana.html


L'"arte a punti" (dot art), originariamente utilizzata nei disegni sulla sabbia e poi trasposta su tela nell'arte aborigena moderna complessi pattern geometrici sono realizzati con numerosi punti, grosso modo equidistanti, di diversi colori. All'occhio occidentale, le opere della dot art appaiono spesso astratte, ma in effetti si avvalgono di un complesso simbolismo in cui a diverse forme geometriche sono assegnati significati ben precisi. I concetti che possono essere espressi in questo linguaggio sono quelli fondamentali della cultura e della mitologia aborigena (per esempio "uomo", "pozza", "canguro", "ciotola", "bastone per scavare" e così via). I simboli utilizzati per rappresentare questi concetti possono considerarsi rappresentazioni estremamente stilizzate della forma dell'oggetto in questione (o di una sua orma sulla sabbia) tipicamente vista dall'alto.


http://it.wikipedia.org/wiki/Arte_aborigena







martedì 24 gennaio 2012

Uroboro: e cosa sarà mai?!

Di cose strane me ne hanno chiesto fin'ora su Facebook, ma di UROBORO, sinceramente, non ne avevo mai sentito parlare prima.
Ho fatto una ricerca per immagine per capire cosa fosse ed è saltato fuori uno strano coso dalla misteriosa e inquietante forma.
Là per là son rimasta sconcertata e volevo quasi rifiutare la commissione. Mi è stato poi spiegato che è un simbolo molto antico che richiama il simbolo dello ying e yang. E' un serpente che si mangia la coda. Illustra la natura dualistica di tutte le cose e soprattutto che gli opposti non sono in conflitto tra loro.
Ci ho fatto un segnalibro. 
Ora ve lo mostro.
Spero tanto piacerà allo psicoterapeuta a cui è destinato.

Follie notturne

Rieccomi quà.
Come alcuni di voi già sanno, alterno insonnia a letarghi ghireschi. Per vedere un film per intero, a volte, mi tengo occupata creando.
Ieri sera, ho fatto questo



Ho mischiato un pò di tecniche, alcune delle quali a me sconosciute fino a pochi giorni fa.
Il mio amato rame è una presenza costante. Ho poi sperimentato il peyote per la fascetta verde brillante che ho usato come passante per la collana semirigida e l'embroidery per il ciondolo.
Spero tanto che vi piaccia :)

lunedì 23 gennaio 2012

Azuleya

Cari amici
oggi vi voglio parlare di una professionista del WEDDING CREATIVE- CARDS & PACKAGING DESIGNER  che ho conosciuto circa 1 anno e mezzo fa.


AZULEYA

Le sue creazioni sono piene di classe e di charm. Se state organizzando un matrimonio, una comunione o un evento, vi consiglio di dare quanto meno una sbirciatina alle sue collezioni:
piene di colore, fresche ed uniche! Tutto lavorato a mano con sapiente maestria e precisione.

Da questa conoscenza, è nata una grande amicizia basata su rispetto e stima e da qualche giorno è nata anche una piccola collaborazione:

Azuleya ha inserito nella sua collezione 2012 "Clutch Bag" un fiore da me interamente realizzato a mano.

Cosa sono le "Clutch Bag"? 

Sono delle eleganti  borse bauletto, accessorio indispensabile per tutte le donne di classe.
Azuleya , quindi, ha creato delle particolari ed originali clutch in cui inserire l'invito o la partecipazione in coordinato, il tutto arricchito da nastri, decorazioni in rilievo e dal mio fiore :)

Mi raccomando, fatele visita. Non ve ne pentirete.